World Water Forum: attivisti italiani fermati dalla gendarmeria francese

Durante la prima giornata di lavori del World Water Forum di Marsiglia gli attivisti dell’acqua bene comune sono stati circondati dalla polizia, che li tiene tuttora bloccati nei pressi dell’entrata del forum ufficiale. Nel frattempo almeno una decina di persone, tra cui anche Caterina Amicucci (CRBM) e Marek Rembowski (Amisnet) sono stati fermati e portati al commissariato Eveché, dall’altra parte della città, con il solo scopo di non farli partecipare alla conferenza stampa di apertura del Forum. Gli attivisti, tutti muniti di regolare accredito stampa, sono stati poi rilasciati senza ricevere particolari spiegazioni in merito a quanto accaduto.

Il World Water Forum è organizzato dalle multinazionali del servizio idrico e la presenza di numerosi attivisti delle reti mondiali pro acqua pubblica è dovuta allo svolgimento del Forum Mondiale Alternativo dell’Acqua (dal 12 al 17 marzo).
Il Forum Italiano dei Movimenti per l’acqua chiede l’immediato rilascio degli attivisti bloccati dalla polizia e ritiene che le azioni intraprese questa mattina dalle forze dell’ordine rappresentino un gravissimo atto intimidatorio pensato per scoraggiare la partecipazione al Forum Alternativo.

Roma, 12 marzo 2012